Skip to content

Situazioni di apprendimento a lezione di matematica

situacions d'aprenentatge matemàtiques

Scarica l'infografica

Scarica l'infografica con gli esempi su come generare opportunità di apprendimento in diversi contesti.

Tabella dei contenuti

«Hai mai vissuto una situazione di apprendimento?». Con questa domanda ho aperto la mia presentazione alla conferenza inaugurale dell’ADEMGI (Associazione dei Docenti di Matematica della Comarca di Girona). Il concetto di situazione di apprendimento è apparso con forza e come una «novità» in ambito scolastico e anche in alcuni curricoli europei. Non esiste una definizione esatta del concetto di «situazione di apprendimento» e ciò ha portato insegnanti, educatori e chi lavora nel mondo dell’insegnamento a dare interpretazioni diverse….

Cosa sono le situazioni di apprendimento?

Ho deciso di curiosare nel curriculum spagnolo, in cui si parla di «contesti plausibili, di interesse personale o globale, posti sotto forma di domanda o di sfida che richiede una risposta da parte degli alunni».

Contesti? Sì, ma che tipo di contesti? Il concetto di contesto verosimile non deve essere interpretato come reale ma come plausibile, significativo e pensato per sviluppare le competenze specifiche degli alunni. Per un bambino, giocare a tris può essere un contesto più verosimile e significativo (giochi da tavolo) di «andare al mercato a fare la spesa».

Piuttosto che sul contesto, concentriamoci sul fatto che le situazioni di apprendimento sono situazioni che generano opportunità di apprendimento. In altre parole, opportunità per costruire nuovi apprendimenti.

Ciò che sembra si voglia ottenere con l’inclusione delle situazioni di apprendimento è che gli insegnanti smettano di proporre esercizi meccanici che non generano apprendimento e nei quali si chiede agli alunni di ripetere senza capire ciò che fanno. La memorizzazione o la meccanizzazione non devono essere demonizzate, perché possono essere molto utili, ma bisogna assicurarsi che siano il prodotto di un processo di comprensione. In altre parole, va bene esercitarsi e memorizzare, ma prima è necessario aver generato le opportunità di apprendimento necessarie per costruire la conoscenza e comprenderla.

Permettetemi di approfondire il concetto di memorizzazione. Conoscere dei contenuti o dei concetti a memoria non è una cosa negativa come alcuni sostengono ultimamente. Bisogna solo fare molta attenzione! Una cosa è conservare un dato nella nostra memoria di lavoro (come sapere che 3 + 4 = 7, che 4 × 5 = 20, o che la radice quadrata di 36 è 6), che va benissimo, e un’altra è il processo seguito per ottenere tale dato. È probabile che io sappia che 3 + 4 fa 7 perché ho ripetuto svariate volte il risultato (quindi ho imparato memorizzando) oppure perché ho capito il significato di questa addizione, ho fatto collegamenti con il fatto che 3 + 3 fa 6, ho rappresentato la somma in modi diversi e sono arrivata a una conclusione ragionata. Questo procedimento genera un apprendimento solido. Sicuramente, in futuro, per sapere quanto fa 4 + 5 non dovrò ricorrere a ciò che ho memorizzato ma potrò lavorare di deduzione.

Iceberg situació d'aprenentatge

Gestione dell’insegnante

Ci sono molti contesti diversi in cui possiamo generare opportunità di apprendimento. Con una buona gestione è possibile trasformare attività superficiali, esercizi sistematici molto specifici e grandi progetti in attività ricche.

La gestione degli insegnanti è la chiave per un apprendimento di successo. Esistono due prospettive dalle quali osservare e interpretare i diversi contesti:

Le due prospettive vanno di pari passo e si intrecciano. Il ruolo degli insegnanti è essenziale per ottenere un apprendimento significativo e per competenze. Non possiamo basare tutto sulle risorse o sugli esercizi, è per questo che sosteniamo non esista una ricetta magica! L’ interpretazione e la gestione dell’insegnante sono fondamentali per far sì che gli alunni entrino appieno nello spirito di ciò che sta accadendo in classe. È anche importante che gli alunni si sentano coinvolti in tutto e per tutto nell’attività.

Come generare opportunità di apprendimento

Poiché questa idea è trasversale a qualsiasi approccio nelle nostre lezioni, se non addirittura a qualsiasi materia, abbiamo creato un’infografica che include esempi di come generare opportunità di apprendimento in contesti diversi.

  • Laura Morera

    Sono Laura Morera e sono nata a Barcellona. Ho studiato matematica all'Università Politecnica della Catalogna e poi concluso un dottorato in Didattica della Matematica e delle Scienze Sperimentali all'Università Autonoma di Barcellona. Ho lavorato come insegnante di matematica di scuola primaria e secondaria. Attualmente, oltre a occuparmi di una delle aree cardine della proposta di Innovamat, sono docente del Master interuniversitario in Matematica per insegnanti di scuola secondaria e anche insegnante presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell'UAB. Inoltre, dirigo l'associazione scientifica e no-profit per il tempo libero eXplorium e mi occupo di formazione continua per insegnanti.

Ultime pubblicazioni

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi tutte le novità e i contenuti in esclusiva nella tua email.